Logo Fondazione Rondine

COSA è RONDINE

L’Associazione Rondine Cittadella della Pace Onlus dal 1997 lavora per la risoluzione del conflitto e svolge un ruolo attivo nella promozione della cultura del dialogo e della pace, tramite l’esperienza concreta dello Studentato Internazionale. Qui, nel borgo di Rondine (a pochi chilometri da Arezzo), ogni giorno, giovani provenienti da Paesi attualmente in guerra o con situazioni di conflitto imparano a convivere con il proprio nemico e a scoprire il dialogo con la persona, al di là del nemico stesso.

La nostra mission è promuovere la risoluzione del conflitto attraverso l’esperienza di giovani che scoprono la persona nel proprio nemico.

LA FONDAZIONE

La Fondazione di Comunità per Rondine nasce nel 2009 grazie al riconoscimento di una  intera  comunità locale nelle sue molteplici espressioni istituzionali, civili, sociali, culturali, economiche e religiose. Negli anni l’Associazione Rondine Cittadella della Pace ha saputo mettere in rete queste diverse entità, contribuendo a sviluppare  una con- creta  e originale esperienza di dialogo e di pace che mantiene in relazione permanente la dimensione locale con quella  globale.

La crescita dell’esperienza, lo sviluppo delle  sue potenzialità, il suo stile di coinvolgimento e di corresponsabilità  hanno posto il problema della sua sostenibilità nel tempo.

La Fondazione di Comunità per Rondine intende essere la risposta a questo  problema.

Perchè una fondazione?

Insediamento del novemmbre 2007 del Comitato promotore dlla Fondazione di comunità per Rondine. Primo passo ufficiale verso la nascita della Fondazione

Per sviluppare la Cittadella della Pace come luogo  permanente di dialogo  internazionale basato su rapporti di fiducia e amicizia che si consolidano, si moltiplicano e si aprono alle questioni cruciali della guerra e della pace, della povertà  e dello sviluppo.

Per conservare e sviluppare nella sua bellezza il luogo. Rondine è un borgo  di origine medioevale, immerso nella  campagna toscana, all’interno di una  delle  più belle  riserve naturali lungo l’Arno. La Fondazione si impegna a promuovere uno sviluppo rispettoso dell’ambiente attraverso  le più avanzate tecnologie amiche  della natura, coerente con la missione dell’Associazione.

Per potenziare la dimensione della formazione come condizione irrinunciabile e affermare una  visione condivisa dell’uomo e della famiglia umana verso una cultura del dialogo e della pace.

in una parola: … per Rondine!

Chi può entrare nella Fondazione di comunità per Rondine?

Essendo una Fondazione di partecipazione è aperta a chiunque, sia persone fisiche sia enti  e organismi come  Comuni, università, imprese, scuole, parrocchie, diocesi, centri  culturali, associazioni, istituzioni  e fondazioni italiane  e di altri paesi.

Possono diventare Fondatori partecipanti  tutti  coloro  che hanno più di 18 anni  e tutte  le persone giuridiche pubbliche o private che dimostrino di condividere le finalità  della  Fondazione e le diano,  o le abbiano dato, un contributo patrimoniale o finanziario.

Per essere ammesso tra i Fondatori partecipanti è sufficiente  presentare una richiesta  scritta al consiglio di amministrazione che sarà attentamente valutata; se accettata, il Fondatore sarà tenuto a versare un contributo minimo una  tantum.

Quali opportunità e quale impegno per il Fondatore partecipante?

Chi decide di diventare parte integrante della Fondazione avrà modo  di instaurare con Rondine un rapporto privilegiato,  diventando partner  del suo sviluppo inteso  come:

Possibilità di scambi culturali con prestigiose realtà  internazionali

Relazioni  e scambi reciproci con entità  del mondo economico e finanziario

Organizzazione di momenti di alta formazione

Partecipazione attiva a grandi eventi culturali

Ospitalità  nel borgo  di Rondine per realizzazione di progetti

Viaggi e incontri di vario genere

Organizzazione

Fondatori partecipanti

Il Fondatore partecipante:
Entra di diritto nell’Albo dei Fondatori partecipanti tenuto dalla Fondazione se si sarà particolarmente distinto per la qualità della partecipazione potrà essere chiamato a far parte del consiglio di amministrazione (Cda), assumendo una diretta responsabilità nella guida della Fondazione.
Verrà costantemente ricordato nei documenti ufficiali e nel materiale informativo e pubblicitario  audiovisivo, cartaceo e online  diffuso periodicamenteEntrerà a far parte attiva di una rete fatta di contatti, conoscenze e fruttuosi scambi reciproci.

Il Comitato d’Onore

Il Comitato d’Onore della Fondazione di comunità per Rondine:
È composto da personalità nazionali  e internazionali delle istituzioni,  della cultura, della religione, dell’arte  o della politica  che si impegnano a diventare ambasciatori in Italia e nel mondo del messaggio  di fraternità  e pace  che  Rondine incarna dal 1997.

QUALI SONO GLI ORGANI DI GOVERNO DELLA FONDAZIONE DI COMUNITà PER RONDINE?

IL PRESIDENTE

Nominato dal Consiglio di amministrazione della
Fondazione.

IL VICEPRESIDENTE

Nominato dal Consiglio di amministrazione della
Fondazione.

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE è COMPOSTO DA:

4 Amministratori Istituzionali

– Sindaco di Arezzo
– Presidente della Provincia di Arezzo
– Arcivescovo della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro
– Presidente della regione Toscana.

4 Amministratori Ordinari

– Presidente dell’Associazione Rondine Cittadella della Pace
– Presidente dell’Associazione imprenditori per la pace
– Presidente della Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi
– Presidente della Lega delle Rondini d’Oro.

3 Invitati in carica

– Per tre anni consecutivi, senza diritto di voto, nominati dal cda della Fondazione tra soggetti diversi che comunque si sono distinti per contributi culturali o economici.

3 Amministratori Straordinari

Nominati dall’Associazione Rondine tra i propri associati.

3 Amministratori Onorari

Nominati dal CDA tra i fondatori partecipanti.

Il Collegio dei Revisori dei Conti

Composto da 3 revisori nominati dal cda della Fondazione tra soggetti indipendenti e professionalmente qualificati.

DOCUMENTAZIONE SCARICABILE
In Fondazione non esistono incarichi di collaborazione e consulenza ad oggi
LA FONDAZIONE DI COMUNITà VIVE GRAZIE A:

Sostegno delle Istituzioni

Contributi individuali

Contributi una tantum

Raccolta fondi

Lasciti, eredità, donazioni anche di beni immobili situati in Italia e all’estero

CONTATTI